Case prefabbricate in legno: quanto costano rispetto a quelle tradizionali?

La scelta di vivere in una casa prefabbricata in legno produce effetti benefici non soltanto sull’ambiente ma anche sull’economia di una famiglia. Non solo materiali ecologici assemblati con metodiche e tecniche costruttive bio rispettose dell’ambiente ma anche un notevole risparmio sulle spese dovute ai consumi in generale.

Un risparmio che non è limitato soltanto al breve periodo ma che è in grado di riflettersi anche sul lungo periodo grazie agli interessanti e favorevoli ammortamenti dei costi di produzione.

Ma scopriamo, più nel dettaglio, i vantaggi ed il risparmio economico derivante dalla costruzione di una casa in legno prefabbricata.

Case prefabbricate in legno: il risparmio economico

prefabbricate in legnoIl primo elemento che si riflette sul risparmio economico connesso alla costruzione di case prefabbricate in legno è, senza dubbio, il costo del materiale. Paragonato al prezzo del cemento armato, il costo del legno è, senza dubbio,  molto economico e basso. Un risparmio che, a sua volta, si riflette anche sulle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria da effettuare su una casa prefabbricata in legno che saranno, ovviamente, molto più basse.

Consideriamo, poi, che le case prefabbricate in legno durano molto di più, nel tempo, rispetto alle case in cemento armato: il risparmio, anche in questo caso, è davvero tangibile.

Ma uno degli elementi in grado di fare la differenza in termini di risparmio riguarda, senza dubbio, la differenza di spesa tra le soluzioni impiantistiche bio e quelle tradizionali.

A ciò si aggiungano anche gli ingenti finanziamenti ed i benefici fiscali che la Legge concede a tutti coloro che decidono di costruire una casa ecologica in legno. Tutto ciò contribuisce a mantenere bassi i costi non solo di realizzazione ma anche di manutenzione.

Un esempio per tutti, per quanto riguarda l’impiantistica delle case in bioedilizia e realizzate in legno: un impianto idrotermosanitario con caldaia a condensazione, riscaldamento a pavimento alimentato da pannelli solari termici per il riscaldamento dell’acqua costa il 10-15% in meno rispetto agli impianti tradizionali.

Anche l’impianto elettrico “bio” a emissione zero di onde elettromagnetiche, a basso consumo energetico e a bassa tensione può arrivare a costare il 12-18% in  meno rispetto ad un impianto tradizionale.

In conclusione, una casa prefabbricata ed ecologica in legno che sfrutti le nuove tecnologie di impiantistica, potrebbe costare dal 5 all’8% in meno rispetto ad un edificio tradizionale. Un risparmio davvero concreto ed eco-sostenibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *